Che ci faccio qui 13 giugno 2019: la storia di Anita Likmeta dall’Albania a Bari e poi Pescara

204
Anita Likmeta la sua storia protagonista a Che ci faccio qui
Con DAZN avrai 3 match a giornata in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Giovedì sera su Rai Tre Domenico Iannacone intervista a trenta anni di distanza una donna albanese sbarcata a Bari nel ’91 con 20mila persone

Che ci faccio qui in tv e streaming

Dopo quasi 30 anni, cosa ne è stato di qui ventimila albanesi che sbarcarono a Bari nel lontano ’91 con la prima grande migrazione di massa in Italia? Una di quelle persone, Anita Likmeta racconterà la sua storia nella nuova puntata  di Che ci faccio qui intervistata da Domenico Iannacone questa sera giovedì 13 giugno 2019, alle 20.30 su Rai 3. La puntata può essere vista anche in streaming, da pc, tablet e cellulari su Rai 3 Play mentre on demand, dopo la mezzanotte, su Rai Replay.

Che ci faccio qui 13 giugno 2019: Anita Likmeta dall’Albania a Bari

Domenico Iannacone incontra una giovane nata in Albania e cresciuta in provincia di Pescara, Anita Likmeta, che in Italia si è laureata ed è diventata giornalista e imprenditrice. Attraverso il suo racconto si proverà a capire come è cambiato il nostro sguardo sugli altri.

Quella fu la prima grande migrazione verso l’Italia, non dall’Africa, come oggi, ma dall’est in particolare dall’Albania. Era il 1991, a Bari, avviene il più grande sbarco di migranti mai avvenuto nel nostro Paese. Dalla nave Vlora, proveniente dall’Albania, scendono tutte in una volta 20 mila persone. Quella massa riempì lo stadio della città pugliese. L’Italia, da Paese di emigranti si scoprì approdo della nuova immigrazione.

Che ci faccio torna con Domenico Iannacone

La trasmissione di Domenico Iannacone (in passato protagonista del programma Dieci Comandeamenti) spazia tra reportage e interviste realizzate per la prima volta in studio, prodotta da Hangar TV di Gregorio Paolini, in onda dal lunedì al venerdì. Un programma di Domenico Iannacone e di Luca Cambi. Regia di Domenico Iannacone e Luca Cambi. Regia di studio di Christian Letruria.

italiamedia