Making a Murderer 2, in arrivo su Netflix la seconda stagione della serie vincitrice dell’Emmy

28
Making a Murderer 2
Making a Murderer 2
Con DAZN avrai oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Netflix renderà disponibile la seconda stagione di Making a Murderer sulla propria piattaforma a partire dal 19 ottobre. La serie, acclamata dalla critica e vincitrice del premio Emmy come miglior docu-serie originale, continuerà a seguire le vicende di Steven Avery.

L’incredibile storia di Steven Avery su Netflix

Making a Murderer, la docu-serie sul crimine di Netflix che aveva catturato gli spettatori nel 2015, sta tornando nel 2018 per rivelare qualcosa di più sulla storia di Steven Avery, prima scagionato per lo stupro e il tentato omicidio di Penny Beerntsen e poi nuovamente condannato per l’omicidio di Teresa Halbach. Le registe vincitrici del premio Emmy Laura Riccardi e Moira Demos fanno ritorno a Midwest per interrogare Steven Avery e Brendan Dassey, suo nipote e co-imputato, i conoscenti e le squadre legali dei due uomini.

Steven Avery, nella prima stagione, ha raccontato la sua storia: ha scontato 18 anni di prigione per l’ingiusta condanna di violenza e tentato omicidio di Penny Beerntsen. Dopo aver ribaltato con successo la sua condanna e aver intentato una causa contro la contea, Avery – insieme al nipote adolescente Brendan Dassey – è stato successivamente condannato per aver ucciso la fotografa Teresa Halbach nel 2005.

Cosa ci aspetta nella seconda stagione di Making a Murderer

Tre anni dopo il rilascio del documentario, le battaglie legali di Avery e Dassey sono ancora in corso. In un’intervista, ringraziando i fan per aver supportato il documentario, i registi Riccardi e Demos hanno dichiarato: “Siamo estremamente grati per l’enorme risposta a questa serie e per il suo supporto. L’interesse e l’attenzione degli spettatori hanno fatto sì che la storia non finisse qui e siamo totalmente impegnati a continuare a documentare gli eventi in svolgimento”.

Come per la prima stagione, la nuova serie seguirà Steven Avery e Brendan Dassey negli sforzi per rovesciare le loro sentenze: “Steven e Brendan, le loro famiglie e le loro squadre legali e investigative ci hanno ancora una volta concesso le riprese, dandoci una finestra sulla complessa rete della giustizia americana”, hanno affermato i produttori esecutivi Laura Ricciardi e Moira Demos.

italiamedia