Linea Verde 14 aprile 2019 lungo il fiume del vino, l’Adige in Trentino

238
Linea Verde al Vinitaly
Con DAZN avrai 3 match a giornata in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Daniela Ferolla, Federico Quaranta e Peppone ci portano nei boschi del Trentino, devastati a fine ottobre da un uragano, anteprima Rai Uno

Linea Verde diretta e streaming

Sarà il Trentino Alto Adige, ed in particolare la rigogliosa zona dei vini, la protagonista della nuova puntata di Linea Verde domenica 14 aprile 2019 alle 12.20 circa su Rai1 in compagnia di Federico QuarantaDaniela Ferolla e Peppone. Visibile in streaming, da pc, tablet e smartphone, e on demand dopo la mezzanotte, su RaiPlay.

Linea Verde: anticipazioni 14 aprile 2019 dal Trentino

Per parlare di vino, Linea Verde ha scelto di mettere insieme natura, ricerca scientifica, enoturismo, gastronomia e, infine, la festa delle etichette italiane, che sono un’eccellenza assoluta del nostro sistema agroalimentare. Il viaggio di Federico Quaranta e di Peppone comincerà sulle salite impervie del passo di Giovo, immersi nei vigneti, dove incontreranno il campione di ciclismo Francesco Moser – ora produttore di ottimi vini e spumanti trentini – che li condurrà alla scoperta di territori incantati.
Nel frattempo Daniela Ferolla si recherà ai giacimenti dello spumante sulle colline di Trento, per poi andare alla ricerca di un castello, dove si parla ancora di streghe. Infine, Daniela scoprirà al Castello di Avio la linea di confine della coltivazione dell’ulivo, ma prima incontrerà Peppone che, dopo aver visitato un caseificio, si misurerà con la ricetta dei canederli. Federico Quaranta, invece, farà visita all’Istituto di ricerca di San Michele all’Adige, il più importante d’Italia in fatto di enologia e, alla fine, approderà a Verona al Vinitaly dove racconterà, insieme a Daniela e Peppone, il festival delle eccellenze italiane.

Un viaggio lungo il fiume del vino, l’Adige, per vedere cosa è accaduto nei boschi del Trentino, devastati a fine ottobre da un uragano che ha abbattuto 8 milioni di alberi. Ebbene, grazie all’impegno di uomini speciali, i boschi stanno rinascendo e gli alberi abbattuti stanno diventando una risorsa. Ma come spiega Federico Quaranta, questo disastro è la spia rossa del cambiamento climatico.

italiamedia