Frizzi torna a condurre L’Eredità: il video del suo ritorno in tv con Carlo Conti e la Clerici

50

Ufficiale l’annuncio dato durante La Prova del cuoco. Dopo il malore Fabrizio Frizzi torna in tv e lo fa al timone de L’Eredità riprendendo il testimone da Conti

L’annuncio lo hanno dato loro stessi, Carlo Conti e Fabrizio Frizzi con una bella improvvisata l’altro giorno per il compleanno di Antonella Clerici durante La Prova del Cuoco. Venerdì 15 dicembre alle 18.15 su Rai1 Fabrizio Frizzi tornerà alla guida de L’Eredità dopo l’ischemia che l’aveva colpito un paio di mesi fa proprio durante la registrazione di una puntata del quiz del preserale della rete ammiraglia RAI..

IL VIDEO DEL RITORNO DI FABRIZIO FRIZZI IN TV

Fabrizio Frizzi riprenderà da dove aveva lasciato il 24 ottobre scorso, alla guida della trasmissione che ha fatto sua con impegno e presenza quotidiane, ma che divide, da sempre, col suo amico e collega Carlo Conti. Proprio con Conti, Fabrizio Frizzi darà vita a una vera e propria staffetta al timone de L’Eredità. Una doppia conduzione in alternanza che proporrà al pubblico di Rai1 un ulteriore elemento di curiosità e di attenzione allo svolgimento del fortunato telequiz.

I giochi. Al gioco partecipano sei concorrenti, che si sfidano in giochi vari: “Gli abbinamenti”, che serve per accumulare il montepremi iniziale, “Vero o Falso”, “I Fantastici Quattro”, “La Scossa”, “Il bivio”, “Duello” e “La Ghigliottina”. Ogni gioco prevede un’eliminazione: il concorrente che ha commesso doppio errore oppure ha preso la scossa, ha facoltà e quindi diritto di “puntare il dito” verso un avversario. Fino all’edizione 2012/2013 se l’avversario risponde esattamente alla domanda che il presentatore gli pone (prima della formulazione il candidato all’eliminazione sceglie fra tre domande A, B, C, di diversa difficoltà), il concorrente che ha commesso due errori viene eliminato e l’avversario ha diritto alla sua parte di eredità. Viceversa se l’avversario sbaglia la risposta, il concorrente che ha commesso due errori rimane in gara e si prende la parte di eredità dell’eliminato.

italiamedia