Tu sì que vales, attesa per vedere i concorrenti di stasera

654
Tu sì que vales
Tu sì que vales

Su Canale 5 il talent Tu sì que vales condotto da Gerry Scotti e Maria De Filippi con Belen Rodriguez

Il sabato sera di Canale 5 è appuntamento fisso con il talent-show Tu sì que vales giunto alla quinta puntata. Questa sera, sabato 10 ottobre, nuovi concorrenti, pronti a stupire la giuria ed il pubblico, nuove bizzarre performance pronte a divertire.

Belen Rodriguez - Tu sì que vales
Belen Rodriguez – Tu sì que vales

La scorsa puntata è stata all’insegna della commozione e dell’emozione quella che hanno suscitato due prove in particolare: quella del signor Giuseppe Pace, che ha declamato una poesia dedicata alla mamma e quella del duetto lirico formato da nonna Annamaria e dal nipote in onore del marito di lei, nonno di lui, scomparso solo sette mesi fa. Lacrime a volontà per giudici e conduttori.

Mostrare il proprio talento è ancora possibile tramite l’iscrizione sulla piattaforma multimediale Witty al link:  http://www.wittytv.it/casting-tsqv/

Tu sì che vales - Zerbi, De Filippi, Scotti
Tu sì che vales – Zerbi, De Filippi, Scotti

Lo show leader del sabato sera che premia il talento come espressione d’arte, in ogni sua forma e stile. Sul palco i concorrenti dello show si mettono in gioco con l’intento di mostrare la propria peculiarità artistica e creativa cercando di colpire la giuria composta da Maria De Filippi, Gerry Scotti e Rudy Zerbi provando a fare breccia contemporaneamente sulla giuria popolare capitanata da Mara Venier. Ad affiancare i tre giudici ci saranno, inoltre, Belen Rodriguez e Francesco Sole con il compito di presentare e introdurre i concorrenti.

Regolamento. Le prove dei concorrenti saranno cronometrate da una clessidra che darà loro solo due minuti di tempo per poter convincere i giudici a continuare la gara e dimostrare di “valere”. Per passare alla fase successiva ogni concorrente deve raccogliere almeno due voti positivi. Il voto della giuria è fondalmentale: può ribaltare quello dei tre giudici. In caso di unanimità popolare si passa il turno senza altre condizioni.

 

italiamedia