Nuovi concorrenti a Tu sì que vales stasera in tv

478
Belen Rodriguez - Tu sì que vales

Su Canale 5 terzo appuntamento del sabato sera con Tu sì que vales il talent show condotto da Gerry Scotti e Maria De Filippi con Belen Rodriguez

Nuovi concorrenti, pronti a stupire la giuria ed il pubblico, nuove bizzarre performance pronte a divertire. Torna su Canale 5, oggi sabato 26 settembre, il talent-show Tu sì que vales. giunto alla terza puntata.

Tu sì che vales - Zerbi, De Filippi, Scotti
Tu sì che vales – Zerbi, De Filippi, Scotti

Tanti artisti o aspiranti tali in qualsiasi disciplina artistica e sportiva (e non solo) si esibiscono cercando di colpire la giuria composta da Maria De Filippi, Gerry Scotti e Rudy Zerbi provando a fare breccia contemporaneamente sulla giuria popolare capitanata da Mara Venier. Ad affiancare i tre giudici ci saranno, inoltre, Belen Rodriguez e Francesco Sole con il compito di presentare e introdurre i concorrenti.

Tu sì que vales
Tu sì que vales

La scorsa puntata ha avuto come ospite d’eccezione Flavia Pennetta ed ha visto la vittoria della coppia italo-francese di pole dancer formata da Alessio e Claire. Si sono distinti anche i ballerini del gruppo Junghissimo, con le loro acrobazie mozzafiato, le suonatrici di piano coi piedi, Otto Wessely, un mago volontariamente disastroso e surreale e ancora Jacopo Napoli, che ha offerto numeri di giocoleria con una palla infuocata. Ma la scena è stata tutta per la prova emozionante di Sandro Ungaro, che ha cantato per la sua bambina morta di cancro a soli 7 anni e che avrebbe voluto partecipare a Tu sì que vales. Inutile dire che la sua prova ha commosso tutto lo studio, giudici compresi.

Regolamento. Le prove dei concorrenti saranno cronometrate da una clessidra che darà loro solo due minuti di tempo per poter convincere i giudici a continuare la gara e dimostrare di “valere”. Per passare alla fase successiva ogni concorrente deve raccogliere almeno due voti positivi. Il voto della giuria è fondalmentale: può ribaltare quello dei tre giudici. In caso di unanimità popolare si passa il turno senza altre condizioni.

 

 

italiamedia