Formula 1 in tv, dove guardare la diretta del Gp di Russia

1404
F1
F1

Giornata dedicata alla Formula 1, oggi, domenica 11 ottobre con il Gp di Russia di F1 a Sochi, al secondo anno di vita dopo l’esordio dell’edizione 2014

Formula 1 in tv. Su SkysportF1 in diretta alle 14 (e in differita su Rai2 alle 21) la gara del Gp di Russia, preceduta alle 11.25 da Paddock gara live. Al termine ampio post-corsa con interviste e commenti. Con la doppietta in Giappone le Mercedes hanno sbaragliato definitivamente la concorrenza e Hamilton è più vicino al bis nella classifica generale ma la Ferrari ha dimostrato di essere ancora una mina vagante. Dopo la vittoria di Vettel a Singapore, nell’ultimo Gp ha conquistato un terzo e un quarto posto utilissimi a blindare la seconda piazza nella classifica costruttori.

Sarebbe un errore però sottovalutare la Willliams che sulla carta è favorita in questi ultimi circuiti dove comunque tutti i motorizzati Mercedes partono avvantaggiati. L’anno scorso a Sochi fu un trionfo Mercedes (che valse il titolo costruttori, il primo della loro storia, in anticipo), con Hamilton davanti a Rosberg (che fu autore di una strepitosa rimonta dopo una partenza flop) e Bottas ma occhio alla partenza: per come si sviluppa il circuito indovinare la strategia al semaforo verde potrebbe essere decisivo e qualche sorpresa non va scartata.

Interessante potrebbe essere nelle retrovie anche una lotta che vede coinvolte Red Bull, Torso Rosso, Lotus e Force India, che per conformità del tracciato e caratteristiche delle monoposto possono giocarsela alla pari per ottenere buoni punti. Più indietro Sauber e McLaren.

Il tracciato di Sochi  è stato progettato come molti altri dall’architetto Hermann Tilke, e ha una capienza di circa 55.000 posti, alternando tratti veloci ad altri più tecnici. Si tratta però di un tracciato semi cittadino, comprendendo circa due km di strade normalmente aperte al traffico. Le curve sono 18, 12 a destra e 6 a sinistra, occhio in particolare alla curva 2: si tratta di un’ottima staccata per effettuare dei sorpassi. In partenza è un bel collo di bottiglia dove è facile andare lunghi, è una delle frenate più brusche del tracciato e segue un lungo rettilineo con la possibilità di usare l’ala DRS.

italiamedia