“Allegiance”, nuova spy serie da settembre su Premium Stories

153
"Allegiance"

Tratto da un format israeliano, “Allegiance” unisce il drama famigliare allo spionaggio e sbarcherà a settembre su Premium Stories.

A partire dal 7 settembre il canale pay Premium Stories proporrà tutti i lunedì in prima serata la serie tv inedita in Italia “Allegiance”, tratta dal format israeliano “The Gordin Cell” e ultima proposta spionistica tra le tante ispirate a produzioni mediorientali, di cui “Homeland” è stata la capostipite. Originariamente la serie si sarebbe dovuta intitolare “Coercion”, ovvero costrizione, e la scritta in russo che compare nella sigla iniziale, più che “Allegiance” (fedeltà), significa letteralmente “devozione”.

Una scena di "Allegiance"
Una scena di “Allegiance”

“Allegiance” racconta la storia della famiglia O’Connor, che in realtà è una cellula dormiente russa. Alex (Gavin Stenhouse) però lavora come analista della CIA e, soprattutto, è all’oscuro delle reali intenzioni dei parenti stretti, da Katya (Hope Davis), che è una spia russa ritiratasi dall’attività, reclutata dal padre – generale del KGB – all’età di 17 anni, a Mark (Scott Cohen), un uomo d’affari segretamente assoldato da Katya per attività spionistiche sovietiche, fino a Natalie (Margarita Levieva), impiegata da quando ha 20 anni presso l’SVR, il servizio segreto russo.

Le riprese di “Allegiance”, ideato da George Nolfi, sono avvenute tra Philadelphia e New York. Nella seconda parte della prima stagione, di cui per il momento non ne è stato annunciato un seguito, il cast della serie si è arricchito della presenza di Giancarlo Esposito (recentemente in tv con “Breaking Bad”, “Revolution” e “Once Upon A Time”) nei panni di Oskar Christoph, un super-cattivo ispirato al terrorista degli anni ’70 Carlos the Jackal cui Alex O’Connor dovrà dare la caccia.

italiamedia