Sabato sera in tv: Le quattro giornate di Napoli, omaggio a Nanni Loy

414
Le quattro giornate di Napoli
Le quattro giornate di Napoli

In prima serata, su Rai 3, un omaggio al regista Nanni Loy a vent’anni dalla sua scomparsa

Stasera su Rai 3, alle ore 21.05, è in programma il film drammatico-storico Le quattro giornate di Napoli, pellicola del 1962 candidata all’Oscar come miglior film straniero nello stesso anno. La rete di stato vuole così rendere omaggio al regista del lungometraggio, Nanni Loy, in occasione del ventennale della sua scomparsa, avvenuta il 21 Agosto 1995.

Le quattro giornate di Napoli
Le quattro giornate di Napoli

Il film è ispirato al libro “La città insorge: le quattro giornate di Napoli“, scritto nel 1956 da Aldo De Jaco ed a sua volta ispirato ai fatti realmente accaduti tra il 27 e il 30 Settembre del 1943, quando la popolazione di Napoli si rivoltò contro l’occupazione nazista della città. Per esigenze di produzione, però, Nanni Loy dovette girare alcune scene a Salerno, al posto del capoluogo campano.

Le quattro giornate di Napoli descrive l’insurrezione popolare scoppiata a Napoli nel Settembre del 1943. Il desiderio di affrancarsi dal violento controllo dei tedeschi, già presente da giorni nella maggioranza dei cittadini napoletani, divenne definitivamente incontrollabile subito dopo la fucilazione di alcuni marinai italiani. Nei quattro giorni successivi all’avvenimento un autentico esercito di strada riuscì ad avere la meglio delle truppe tedesche, ancora prima dell’arrivo in campania delle Forze Alleate. Tra le toccanti storie raccontate da Nanni Loy non si può non menzionare quella del piccolo Gennarino Capuozzo, a cui è dedicato il film, o del giovane Adolfo Pansini.

italiamedia