Lunedì sera in tv: i disagi giovanili nel film cult Trainspotting

362
Trainspotting
Trainspotting

Iris propone in prima serata uno dei film generazionali per eccellenza: Trainspotting, di Danny Boyle

Stasera su Iris, alle ore 21.00, va in onda il film Trainspotting, pellicola del 1996 diretta da Danny Boyle e ispirata all’omonimo romanzo scritto tre anni prima dall’autore scozzere Irvine Welsh.

Trainspotting
Una scena di Trainspotting

Trainspotting fece molto discutere dopo la sua uscita nelle sale – fu presentato fuori concorso al Festival di Cannes 1996 – per il modo crudo di affrontare temi scottanti della sotto-cultura giovanile di quel particolare periodo storico. La critica generalmente apprezzò, in particolare in Gran Bretagna, nonostante alcuni paesi si dibatterono per lunghi periodo sulla possibilità o meno che il film potesse essere visto come un veicolo di propaganda all’utilizzo di sostanze stupefacenti piuttosto che del diffondersi di uno stile di vita disinibito e contro ogni regola.
Curiosità: Trainspotting è ambientato ad Edimburgo ma tutte le scene sono state girate a Glasgow, ad eccezione di quella iniziale (Edimburgo) e finale (Londra).

Trainspotting narra la storia di Mark “Rent” Renton (Ewan McGregor), giovane scozzese che ha deciso di rinunciare ai luoghi comuni più radicati riguardo la vita per dedicarsi all’eroina. Insieme a lui un gruppo di amici che la pensano allo stesso modo e vivono ai margini della società, tra alcool, sesso, droghe e violenza. Un giorno Mark decide di provare a disintossicarsi: i suoi pensieri e la sua vita cambieranno?

italiamedia