Venerdì sera in tv: la battaglia del Lagazuoi in La montagna che esplode

614
Monte Lagazuoi
Monte Lagazuoi

Oggi, in prima serata su Rai Storia, la lotta per il controllo del Monte Lagazuoi durante la Prima Guerra Mondiale

Rai Storia, alle 21.30, propone questa sera un documentario su una delle campagne più epiche della Prima Guerra Mondiale: la battaglia per il controllo del Monte Lagazuoi.

Il reportage, intitolato La montagna che esplode, racconta quanto successe tra il 1915 e il 1917, quando il Monte Lagazuoi fu teatro di durissimi scontri tra le truppe italiane e quelle austro-ungariche, che tentavano a vicenda di far saltare in aria le rispettive posizioni tramite il cosiddetto metodo della “guerra di mina“. Gli invasori avevano costruito sulla vetta del monte una sorta di fortezza mentre gli italiani avevano trovato un riparo più in basso, su una sottile striscia pianeggiante denominata Cengia Martini. I due schieramenti, in contemporanea, cercavano di scavare un tunnel nella montagna per sbucare vicino al nemico: gli italiani intendevano riempire il tunnel di esplosivi, mentre gli austro-ungarici volevano far crollare il cornicione roccioso sopra l’accampamento degli alpini. Entrambi i piani riuscirono: il 22 Maggio 1917 gli austriaci fecero saltare in aria una parte della parete alta circa 199 metri e larga 136, senza però costringere gli occupanti ad abbandonare la cengia, mentre il 20 Giugno dello stesso anno gli italiani fecero brillare oltre 32mila chili di esplosivo nella galleria di oltre 200metri costruita fino alla postazione nemica.

italiamedia