Martedì sera in tv: Se la memoria ha futuro racconta Leonardo Sciascia

140
Se la memoria ha futuro
Se la memoria ha futuro

Il martedì sera di Rai Storia si impreziosisce col ritratto della serie Italiani dedicato a Leonardo Sciascia

Rai Storia, alle 21.30, propone questa sera uno speciale della rubrica Italiani, con Paolo Mieli, dal titolo “Se la memoria ha futuro“, dedicato alla storia di Leonardo Sciascia.

Leonardo Sciascia, siciliano di Racalmuto, è stato il primo a raccontare la mafia e tentare di proporre un modo di combatterla. In lui vivevano un incrollabile valore di giustizia e di libertà insieme al fermo convincimento di non doversi mai arrendere all’arroganza del potere e dei potenti. A lui Italiani, con Paolo Mieli, dedica uno speciale dal titolo “Se la memoria ha futuro“, in cui si racconta la sua storia attraverso le testimonianze di chi lo conosceva, i suoi articoli giornalistici e i suoi romanzi. Una delle più note frasi di Sciascia venne scritta nell’epoca in cui la mafia ebbe il maggior impatto sul nostro paese: “La mafia si combatte non con la tensione delle sirene, dei cortei e della terribilità. La mafia si combatte col diritto”.
Tra i suoi scritti più importanti trova un posto importante il racconto “Il Giorno della Civetta“, di cui è protagonista un carabiniere palesemente ispirato alla figura di Carlo Alberto Dalla Chiesa, prefetto di Palermo ucciso nel settembre dal 1982 dall’organizzazione che lui stesso cercava di debellare. Il documentario illustra inoltre il lato maggiormente riservato ed intellettuale di Sciascia, capace anche di essere un politico controcorrente deciso a mettere sempre la propria faccia per portare una luce negli anfratti più bui della storia di quegli anni.

italiamedia