Giovedì sera in tv: la Guerra dei Trent’Anni e l’Impero Ottomano raccontati in a.C.d.C.

503
Rai Storia

Questa sera, su Rai Storia, va in onda un doppio appuntamento con a.C.d.C. : al centro delle due puntate il generale Albrecht von Wallenstein e l’Impero Ottomano

Stasera in tv, su Rai Storia alle 21.30, doppio appuntamento con a.C.d.C. , il programma di Rai Cultura che in questa duplice puntata racconterà la storia del grande generale Albrecht von Wallenstein e dell’Impero Ottomano.

Nella prima parte di a.C.d.C., il professor Alessandro Barbero inizierà col narrare le imprese del generale Albrecht von Wallenstein, uno dei protagonisti nella Guerra dei Trent’Anni. terribile e sanguinoso conflitto di religione, nel quale si combatterono cattolici e protestanti all’inizio del XVII secolo. La guerra finirà per coinvolgere le principali potenze europee dell’epoca e avrà conseguenze devastanti, soprattutto in termini di vite umane. Il generale Wallenstein, per metà tedesco e per metà boemo, è incaricato dall’Imperatore Ferdinando II di sconfiggere i sostenitori di Lutero, anche perché – come un vero e proprio imprenditore – è in grado di mettere a disposizione una grande quantità di soldati. La Guerra dei Trent’Anni sarà infatti l’ultima combattuta da eserciti di mercenari, invece che da quelli permanenti.

Nella seconda parte di a.C.d.C., invece, al centro del racconto di Alessandro Barbero ci sarà l’Impero Ottomano, spettacolare potenza militare e non solo, che dalla fine del Medioevo fino alla Prima Guerra Mondiale, ha tenuto insieme gran parte del mondo musulmano. L’impero ottomano è l’impero islamico per eccellenza: l’esercito del sultano, ad esempio, viene definito “l’esercito dell’Islam”, la flotta è “la flotta musulmana”. Eppure, è costituito per metà da cristiani, che pure mantengono chiese e riti sacri, ed hanno un loro clero organizzato.

italiamedia